Il Reame d'Inverno - Libreria Esoterica Specializzata

lunedì 29 luglio 2013

Itinerari Iniziatici e Magici d'Europa - Maurizio Macale


C’è un sottile filo colorato che sottende trasversalmente costruzioni, siti, santuari, Cattedrali, necropoli, file di menhir, dolmen e complessi architettonici dei quali si è convinti di sapere tutto. Stonehenge, Carnac, Externsteine, Newgrange, Santiago di Compostella, Chartres, l’isola danese di Bornholm, Delfi, Cuma, Malta, le località etrusche d’Italia, persino la splendida “ultima delle Cattedrali gotiche”, la novecentesca, incompiuta Sagrada Familia di A.Gaudì, a Barcellona, e molti altri luoghi, passano in questo volume sotto i nostri occhi con il loro immenso patrimonio di simboli, energie, aure ed interiorità che le normali guide turistiche non riportano.

Euro 20,00

I Libri Sublimi dell'Iniziazione - Ermete Trismegisto


Fin dall’antichità l’immaginazione dell’uomo è stata colpita da due aspetti del divenire universale: il ciclo della nascita e della morte; l’avvicendarsi delle stagioni, con la fioritura vegetale e la sterilità della terra durante l’inverno. Questi due aspetti della natura, umano e vegetale, col passare del tempo incominciarono a compenetrarsi in un rito misterico che acquistò valore simbolico e spirituale. (…) L’iniziazione ai Misteri Eleusini avveniva attraverso tre cerimonie, tre gradi iniziatici. Potevano essere iniziati uomini e donne di ogni età. Il simbolo usato era la spiga. Ai Misteri Minori si veniva iniziati con un rito di purificazione. L’iniziando (mysta), assistito dal mystagogo, conduttore dell’iniziando, veniva “battezzato” nel ruscello. Poi riceveva gli insegnamenti contenuti nel Prologo e nel Primo Libro Sublime di Ermete Trismegisto. Nei Misteri Maggiori l’iniziando veniva sottoposto ad un rito catartico nelle onde del mare, nel Golfo di Eleusi. Poi imparava a memoria gli insegnamenti del Secondo e del Terzo Libro Sublime. L’iniziazione ai Misteri Epoptici, infine, conferiva all’iniziando la “veggenza”, il potere mistico di “vedere” la realtà occulta delle cose. Gli insegnamenti corrispondenti erano contenuti nel Quarto Libro Sublime e rappresentavano la somma sapienza concessa dai Misteri.

Euro 20,00

Fratelli e Sorelle per l'Età dell'Acquario - Eugenio Mazzola


L'autore esamina alcune delle problematiche più importanti del convivere umano, lungo la linea che attraversa nei secoli le civiltà del Patriarcato e del Matriarcato, per giungere a una nuova prospettiva in cui tutti gli uomini siano laicamente fratelli e sorelle.

Euro 10,33

domenica 28 luglio 2013

Il Lume Eterno - Gian Carlo Lacerenza

Raimondo di Sangro: una figura di uomo da rivalutare, alla luce di nuove scoperte. Numerosi documenti (tra cui molti autografi del Principe), sono stati riportati alla luce, mostrandolo come un uomo dalle notevoli Conoscenze, uno scienziato, inventore di particolari macchine idrauliche e pirotecniche, un uomo di vasta cultura...Un Alchimista?

Presso l'Archivio Notarile di Napoli sono stati rinvenuti alcuni documenti, tra cui il testamento olografo, mentre altri sono stati ritrovati presso una Collezione privata ed il lavoro è stato portato avanti dalla studiosa Clara Miccinelli.



Si sa che Raimondo Maria dè Sangro, Principe di San Severo e duca di Torremaggiore (FG), dove era nato,nel 1750 unificò le Logge Massoniche napoletane sotto un unico indirizzo, quello Scozzese. Qualche suo biografo gli attribuisce, a torto, l'immissione in Italia della Massoneria stessa ma questo non corrisponde al vero. Così facendo, le sue propagandate idee di Libertà e di rinnovamento, finiranno per ridursi però ad una Elite esclusiva, con l'introduzione degli Alti Gradi (previsti -appunto - dal Rito Scozzese). Personaggi dei ceti più alti: "fratelli"appartenenti alle classi nobiliari, militari, ecclesiastiche e perfino di Corte.

"I fondamenti egualitari e libertari a cui si erano ispirate le prime logge napoletane della Massoneria Inglese, venivano quindi fagocitate dalle pratiche occultistiche e alchemiche a cui venivano iniziati i "fratelli"...". Nello 'Statuto' scritto di suo pugno, all'art.12 si definisce la somma di 40 ducati d'oro (più tre mensili per ogni adepto) da versare all'atto dell'iscrizione, quindi una cifra che non molti potevano permettersi. L'art. 8 privilegiava l'elezione ad un numero ristretto di 8 Eletti per la Loggia dei Gradi Superiori, più naturalmente la figura del Gran Maestro, quindi 9 e questo ricorda i primi fondatori dell'Ordine del Tempio (i Nove Cavalieri Templari). Sulla lapide viaria che è stata a lui intitolata (la piazza principale di Torremaggiore) si legge: "Chimico e matematico".

G.C.Lacerenza ci descrive il 'messaggio' che Raimondo dè Sangro ha voluto trasmetterci. "Trovare la pietra, nascosta nella luce, sublimando la luce nascosta. Quanto ai modi per realizzarlo, egli con la sua consueta liberalità ha voluto benevolmente indicarceli nella sua Cappella gentilizia, per il disinganno e l'educazione degli animi volti a ottenere il completo dominio sul proprio destino, esponendone i misteri con sincerità e zelo; e anche un pizzico di pudicizia, però, velata".

Vediamo di 'entrare' in questa Cappella, che il Principe volle abbellire e utilizzare per 'criptarvi' il suo sapere ermetico. Essa fu costruita nel 1590 nel giardino del palazzo della famiglia dè Sangro - al quale era collegata da un cavalcavia che rovinò nel 1889 - per volere di Gian Francesco, per ospitarvi le tombe di famiglia. Rinnovata dal figlio Alessandro nel 1608 -'13, fu decorata da Raimondo. In tutta la Cappella si susseguono, infatti, stupende sculture che raffigurano i personaggi della nobile famiglia ognuna con un proprio elogio, oltre a marmi policromi ed affreschi (la "Gloria dello Spirito Santo") eseguiti da Francesco Maria Russo nel 1749 per ornare la volta, e che da allora non hanno mai necessitato di restauro: colori ancora vivi che il Principe stesso realizzò con bile, vescica, urina ed interiora di animali.

Lavori di rinforzo alla volta furono in realtà eseguiti negli anni 1988/'90 a causa del terremoto del 1980, e durante gli stessi, sarebbe stato scoperto un locale collegato a cunicoli e profonde grotte.

Nel maggio 1990 dei ladri trafugarono un dipinto ovale con l'effigie del principe, che era collocato tra due putti in gesso vicino all'altare, ma l'opera venne recuperata nel luglio 1991 e ci si accorse che qualcuno aveva tentato di 'restaurarla' di nascosto: purtroppo per gli 'ignoti', l'esecutore del dipinto aveva usato dei colori talmente particolari ('oloidrici') -da una formula ideata dallo stesso Raimondo - da rendere inefficace qualsiasi tentativo!

Raimondo dè Sangro era ossessionato dall'immortalità e a tal proposito - nel suo laboratorio - si dedicava a vari esperimenti. Nella cripta della cappella si conservano, in un armadio, due corpi alquanto singolari: sono definiti 'macchine anatomiche'. Sono due scheletri, uno di sesso maschile e uno femminile, che hanno la caratteristica di avere ancora la rete sanguigna che sarebbe stata 'solidificata' con un procedimento inventato dal Principe. Pare accertato che egli iniettò, nel 1739, una soluzione alchemica nei due corpi già cadaveri acquistati dal medico palermitano Giuseppe Salerno, suo 'complice'. I corpi sarebbero ricoperti da una cera (d'api?) colorata e montata su armature di ferro e spago. L'obiettivo doveva essere quello di conservare i corpi per l'eternità, mummificandoli, ma il sistema fallì e le carni si deteriorano e solo il sistema cardiocircolatorio rimase integro.

Euro 7,75

Liberi di Eseere Liberi - Bruno Auricchio

Un Apprendista della Gran Loggia d’Italia lavora sulla pietra grezza ponendosi non poche domande, attonito di fronte ad alcuni comportamenti, ansioso di percepire quanto è celato dietro oggetti, parole e movimenti che il Tempio offre alla sua conoscenza.

Il suo ingresso in Massoneria, la sua iniziazione vengono qui rivissuti attraverso le sensazioni, le perplessità, il compiacimento provati, nel tentativo di scoprire, finalmente, che cos’è questo “segreto” del quale tanto si parla.

Alcuni simbolismi vengono qui manifestati e viene presentata una disamina accurata – comprensibile appieno dagli iniziati e molto interessante per il profano – sulla Ritualità, in un confronto tra “Vecchi” e “Nuovi” Rituali, capace di fornire la giusta conoscenza all’iniziato ed anche al profano, che “non sa”.

Il “segreto”, finalmente, è qui rivelato, per il tramite di canoni strettamente esoterici e “raccontato” affinché “se ne sappia di più” ed in maniera più corretta e, soprattutto, affinché ci si liberi dal canceroso male del pregiudizio, grazie alla schiettezza del racconto ed a “rivelazioni” che, di solito, vengono gelosamente taciute.

Euro 15,00

La Costruzione secondo l'Arte - Vincenzo Tartaglia

VINCENZO TARTAGLIA è nato a Farindola (Pescara) il 13 novembre 1938.
Autodidatta in musica, suona diversi strumenti.
Quale chitarrista, per un quarto di secolo ha suonato all'estero riscuotendo notevolissimi successi con le migliori orchestre, facendosi altresì apprezzare per le sue interpretazioni di musiche danubiane e sudamericane, oltre che per la vocazione al jazz. Autodidatta anche in pittura, espone in Svizzera ed in Italia, interessando la critica ed il pubblico per l'originalità delle sue opere. Da più di trenta anni si dedica allo studio della filosofia esoterica. Numerosi suoi scritti sull'esoterismo sono ancora inediti. Nel 1974, in Svizzera, ha pubblicato un romanzo; in copie limitatissime altri tre libri sono stati stampati in Italia. È autore dei saggi Il Cammino iniziatico - Massoneria e Luce (Bastogi, 1995), Filosofia esoterica - Lo spirito e la conoscenza esoterica (Bastogi, 1999), La chiave dell’esoterismo massonico - Le principali conoscenze della massoneria circa i misteri dell’uomo e dell’universo, della vita e della morte (Bastogi, 2000), Verso l’Oriente (Bastogi, 2001), Scintille massoniche (Bastogi, 2003), Simbolismo massonico (Bastogi, 2003), I Figli della Vedova, versi massonici (Bastogi, 2004). Oltre il velo (Bastogi, 2005).

Euro 10,00

Cristianesimo Mistico - Gli insegnamenti esoterici di Gesù - William Walker Atkinson (Yogi Ramacharaka)


«Cristianesimo mistico - dice V. Benedetti nella Prefazione -riuscirà di grande conforto a tutte quelle anime che, nel problema della fede, sentono l'imprescindibile bisogno di conciliare le esigenze della ragione con quelle del cuore, mettendo così in sempre più limpida luce la grandezza e la divinità di Colui che da tutti i saggi della terra, e di tutte le religioni, è stato riconosciuto come "la vera luce del mondo"».

In quest'opera, qui in nuova veste dalla celebre edizione dei Fratelli Bocca, l'Autore illustra, attraverso dodici intense "lezioni", il significato più intimo dell'insegnamento di Cristo. Le numerose opere di Ramacharaka (Hatha Yoga o l'Arte di star bene, Quattordici lezioni di Filosofia Yoga ed Occultismo orientale, Corso Superiore di Filosofia Yoga, Raja Yoga, La Suprema Sapienza, Le Filosofie e le Religioni dell'India, La vita dopo la morte ed altre) hanno contribuito moltissimo alla conoscenza in Occidente delle più profonde concezioni filosofico-religiose dell'India.

Euro 13,00

Dal Maestro Segreto all'Aquila Sovrana - Filosofia e rituali del rito scozzese - Carlo Gentile

"...l'Inteligenza si manifesta nel suo senso dialettico: inteligenza, cioè, dei rapporti universali tra i momenti della vita: conoscenza quindi della chiave ciclica dell'essere, che è esistere, morire e rinascere."

Carlo Gentile

Il Rito Scozzese Antico ed Accettato è uno dei Sovrani Ordini Iniziatici della Massoneria. Si articola in trentatré gradi, anche se di fatto non tutti i gradi vengono praticati.

Il Rito Scozzese, come altri corpi rituali (Rito Simbolico Italiano, Rito di York, ecc.), costituisce un percorso di approfondimento della Massoneria, al di là dei primi tre gradi, detti simbolici (Apprendista, Compagno, Maestro). Per poter accedere al Rito Scozzese occorre quindi far parte dell'Ordine massonico, con il grado di Maestro.

In Italia esistono vari Supremi Consigli del Rito Scozzese, associati alle varie obbedienze massoniche ma solamente il Rito Scozzese aderente al Grande Oriente d'Italia e con sede a Piazza del Gesù in Roma è riconosciuto a livello internazionale dal Supreme Council, Scottish Rite (Southern Jurisdiction, USA), noto ai massoni di tutto il mondo come "Mother Supreme Council of the World", ovvero Supremo Consiglio Madre del Mondo. Alcune obbedienze massoniche (ad esempio il Grande Oriente d'Italia) ammettono vari corpi rituali, fra i quali appunto il Rito Scozzese, mentre altre (ad esempio la Gran Loggia d'Italia), pur prevedendo una separazione fra ordine e rito (uniti in questo caso al vertice), ammettono solo il Rito Scozzese; altre ancora, come il Supremo Consiglio d'Italia e San Marino (Acadèmia), comprendono in un'unica piramide tutti i trentatré gradi.

Di massoneria scozzese si comincia a parlare nel 1743 con le Ordonnances Générales pubblicate dalla Gran Loggia di Francia. Tappe successive dell'evoluzione storica del rito sono dapprima il Capitolo di Clermont del 1754, e poi gli Imperatori d'Oriente ed Occidente del 1758, che posero in pratica il Rito di Perfezione, ponendo le basi per la unificazione dei vari riti scozzesi in un unico Ordine. Il 31 maggio 1801 fu fondato il primo Supremo Consiglio a Charleston (U.S.A.).

Euro 15,00

Il Serpente Rosso - Le Società Segrete al potere in Occidente - Sabina Marineo

Società segrete, intrighi politici, eventi storici e storie mitologiche, il cui minimo denominatore comune è la tradizione esoterica del Serpente Rosso.

“Le serpent rouge” è il titolo di una poesia scritta dalla fantomatica società segreta nota come Priorato di Sion, ma in realtà il testo è un vero e proprio racconto di un viaggio onirico e simbolico.

A questo si ispira il nuovo saggio della Marineo, in cui vengono svelati gli intrighi di potere, eventi storici e miti collegati fra loro da una potente società segreta ispirata a un’antica tradizione ermetica.

Dall’antico passato a oggi, l’autrice svolge la trama che sottende le società iniziatiche più e meno note, come quella della Golden Dawn, della Rosa Rossa, del gruppo Bilderberg e degli Illuminati, alzando il velo sugli intrecci con cui interi gruppi di persone hanno influenzato il decorso della storia umana e che tanto hanno ispirato le teorie cospirazioniste dei giorni nostri.

Prefazione: Il serpente e la punta dell'iceberg

I - I Cavalieri di Sion
II - Il veleno del Serpente rosso
III - Maria Maddalena, Gesù e Giovanni Battista: la dottrina eretica dei mandei
IV- Società segrete e politica
V - Il potere delle società segrete

Appendice: Il Serpente rosso, Le serpent rouge

Tavola cronologica degli avvenimenti principali

Bibliografia

Euro 18,50

Da Massoneria Speculativa a Massoneria Operativa - Cosimo Salvatorelli

Il libro è un manuale operativo massonico. Getta luce su alcune tematiche controverse come la purificazione e l’indirizzo etico nella massoneria.

I concetti di psiche, purificazione della luna, Hermes e lavoro operativo vengono trattati in maniera diversa dal solito, con attenzione anche all’aspetto magico teurgico. I rituali dei tre gradi simbolici sono analizzati in maniera tale da dare poco spazio alla speculazione, per poterli applicare ad un effettivo lavoro iniziatico.

La massoneria che si va ad analizzare è quella misteriosofica detta anche mediterranea. Si danno degli utili strumenti operativi quali il diario giornaliero, la preghiera del massone, l’introspezione serale etc. Vi si trovano anche aforismi sulla meditazione e il Liber Cheth di Aleister Crowley. Il Liber Cheth è stato inserito per dare l’opportunità agli iniziati di intuire la natura della Grande Opera.

Euro 8,00
ac repair chicago bin rental toronto landscaping designer chandler az edmonton optometrists